TUBOLAN RESEARCH PROJECT

LANZAROTE, SPAGNA

Lanzarote è nota per le sue numerose cavità vulcaniche. Oltre al sistema de La Corona, uno dei più estesi al mondo con oltre 6km di gallerie, sono presenti molte altre grotte che si sono formate a seguito di diverse eruzioni vulcaniche verificatesi sull’isola durante la sua storia geologica.

Da diversi anni, queste grotte vengono studiate ed analizzate attentamente dalle agenzie spaziali di tutto il mondo in quanto considerate analoghe alle cavità che un giorno potremo illuminare su altri pianeti o satelliti come Marte e la Luna. Sebbene le condizioni siano diverse da quelle del nostro pianeta, anche i sistemi di grotte marziane e lunari potrebbero teoricamente supportare lo sviluppo di microrganismi chemolitoautotrofi che sopravvivono e crescono utilizzando e trasformando i minerali.

TUBOLAN PROJECT, LANZAROTE

Diretto da Ana Miller, geomicrobiologa presso l’Istituto di Risorse Naturali e Agrobiologia di Siviglia (Institute of Natural Resources and Agrobiology of Seville – CSIC), il progetto TUBOLAN è stato organizzato proprio per studiare gli organismi microbici che vivono nei sistemi di tubi lavici di Lanzarote ed in particolare effettuando studi in diverse grotte a seconda della loro “età”.

Nell’ambito di questo progetto, abbiamo supportato le attività attraverso il rilievo 3D e la documentazione con camere a 360°, contribuendo allo studio della formazione delle grotte e scoprendo più che mai la geografia delle grotte. Equipaggiati con il nostro imaging-scanner BLK360 e camere a 360°, abbiamo eseguito il rilievo 3D e documentato con foto e video alcuni dei lava tubes esplorati, rilevando circa 2,5km di gallerie vulcaniche in pochi giorni

MODELLO 3D – Maguez cave, Lanzarote

TUBOLAN PROJECT 2021 – Galleria immagini

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Puoi scriverci al form sottostante, ti risponderemo il prima possibile!

    Prodotti correlati
    vigea torre orologio 8